La guerra in Ucraina ha sostanzialmente bloccato il traffico merci da e per l’Ucraina, stiamo importando dall’Ucraina della merce a costi decisamente aumentati. Le assicurazioni CMR non sono attualmente valide sul territorio Ucraino perciò bisogna essere consapevoli che in caso di danno il costo è interamente a carico di chi ordina la spedizione.
Le sanzioni sulla Russia stanno creando grossi problemi nella gestione delle esportazioni verso la Russia e Bielorussia, le dogane al confine Europeo stanno applicando le regole sulle merci sanzionate a propria discrezione. Nonostante ci sia una unica legislatura relativa alle merci sanzionate Polonia e le Lituania applicano il blocco dei camion a confine spesso senza alcun motivo apparente, e oltre alle solite mance i camion perdono ulteriore tempo per trovare una soluzione con i doganieri. Più volte i camion vengono rispediti in coda alle file già lunghe parecchi giorni.
E’ consigliabile a tutti di allegare oltre alla normale documentazione di trasporto anche la normativa relativa alle merci sanzionate in modo tale di sperare in una maggiore scorrevolezza ai confini.
La situazioni trasporti non è migliore nemmeno in Europa, i noli stanno aumentando anche in modo esponenziale e non giustificato su tutto il traffico europeo. Come sempre in situazione di crisi cominciano le speculazioni che portano i noli a livelli assurdi. Poiché non sappiamo per quanto tempo questa situazione di instabilità potrà durare consigliamo a tutti di non subire gli eventi ma di prevenirli, è necessario organizzare con ampio anticipo le spedizioni, parlando con i responsabili dei vari reparti di competenza per valutare gli ordini e le commesse insieme ai vostri clienti.
Non possiamo escludere che l’attuale situazione nella reperibilità camion non possa diventare ancora più difficile nei periodi estivi e pre-vacanze.

Spedizioni

Trasportatori

Clienti

Paesi serviti