Nel 2020, l’autotrasporto europeo ha registrato una contrazione del 5,9% rispetto all’anno precedente a causa soprattutto della pandemia di Covid-19. TransportIntelligence stima che nel 2021 il mercato recupererà il 4,7% in termini reali, grazie alla ripresa della produzione industriale e all’aumento della spesa dei consumatori. Però, aggiungono gli analisti di TransportIntelligence, il mercato deve affrontare alcune sfide, prima tra tutte la riduzione dell’occupazione, che indebolirà la spesa. Ciò potrà compromettere la crescita economica, ostacolando il ritorno ai livelli precedenti alla pandemia.

Secondo TransportIntelligence, anche l’attuale tasso di vaccinazioni in Europa potrebbe inibire la crescita, perché la prosecuzione delle restrizioni ai movimenti delle persone limiterà la ripresa economica. Un’altra sfide europea è la Brexit: i ritardi e la confusione causati dalla nuove procedure trans-frontaliere stanno riducendo il traffico dei veicoli industriali e spingono gli spedizionieri a evitare i trasporti con la Gran Bretagna. Al termine della ricerca, gli analisti di TransportIntelligence affermano che il mercato dell’autotrasporto non raggiungerà i livelli precedenti la pandemia entro la fine del 2025.

Spedizioni

Trasportatori

Clienti

Paesi serviti